sede uffici: via XII Ottobre 1 (Genova) - via G. Mengoni 4 (Milano). Tel. 010.646.52.67

Regolare la propria successione con il testamento olografo


L'importanza del testamento

Nella vita di tutti i giorni, l’importanza del testamento è spesso sottovalutata, soprattutto per la convinzione che sia prerogativa delle sole persone facoltose.
In realtà, anche quando non si parla di grandi patrimoni, si rivela utile in varie situazioni. Si pensi alla possibilità che offre nel prevenire i possibili contrasti tra gli eredi, per esempio tra i figli, dal momento che, all'apertura della successione, saranno già stabilite le quote attribuite a ciascuno (nel rispetto dei diritti di legittima) e la concreta modalità di divisione dei beni.
Oppure all'opportunità, attuabile solo con il testamento, di lasciare parte dei propri beni a soggetti che, pur avendo fatto parte della vita della persona, non rivestono la qualità di familiari; così come disporre lasciti in favore di enti o organizzazioni che perseguono scopi benefici.
Infine, riveste particolarmente rilevanza per due categorie di soggetti:
le persone non sposate (o unite civilmente), coloro che non hanno figli, nonché i soggetti conviventi.
In tali ipotesi infatti, in assenza di testamento, sarà la legge a individuare gli eredi, con  il rischio di beneficiare soggetti formalmente rientranti nel concetto di parentela ma distanti dagli affetti delle persone vicine non legate da vincoli giuridici.
In questi casi, grazie al testamento, sarà possibile determinare le persone a cui trasmettere il proprio patrimonio.

Che cos’è il testamento olografo?
Il testamento olografo è un documento scritto, con il quale il testatore, senza l’utilizzo di formule sacramentali, dispone dei propri beni a far data dalla sua morte.

Per essere valido deve rispettare tre requisiti e precisamente:
  • Scrittura a mano da parte del solo testatore. La persona, in assenza di altri, deve quindi scrivere da sola il testo, il quale non deve essere assolutamente scritto al computer o con la macchina da scrivere. Altrimenti, è nullo;
  • La sottoscrizione. Il documento deve essere firmato in calce alla fine delle disposizioni. Nel caso il testamento presenti più pagine, ognuna di esse andrà sottoscritta;
  • Presenza della data. Essa deve essere comprensiva di giorno, mese ed anno.
Il testamento olografo può essere scritto su carta di qualsiasi qualità, dimensione e colore; ma anche su stoffa, legno o altro materiale sufficientemente durevole.

Il testamento così redatto può essere conservato personalmente oppure consegnato in custodia a persona di fiducia;

Quali sono i vantaggi?
Rispetto al testamento pubblico redatto dal notaio, il testamento olografo presenta i seguenti vantaggi:
  • semplicità: può essere scritto in qualunque momento, in qualunque luogo, su qualunque supporto, senza dover coinvolgere notaio o testimoni; anche le modifiche, le integrazioni e le variazioni potranno essere effettuate in un momento successivo con identica comodità;
  • riservatezza: non prevedendo la presenza di terze parti, può essere tenuto segreto a chiunque;
  • economico: non richiede l'intervento del notaio e, dunque, non vi sarà necessità di pagare l’onorario notarile.
A chi rivolgersi?
L'avvocato Manuel Macrì offre la consulenza necessaria per la redazione di un testamento valido, mettendo in condizione il testatore di operare la scelta migliore sia per quanto concerne la forma che il contenuto delle disposizioni testamentarie.
Tutto ciò che concerne l’apertura della successione, la redazione, l’esame di un testamento o la devoluzione dell’eredità è trattato dallo studio legale con la massima competenza e professionalità.

Vuoi pianificare la tua successione?
Affidati ad un avvocato esperto


Telefono: 010.646.52.67 
E-mail: studio@m2lex.net

ULTIME NOVITA' DAL MONDO GIURIDICO